Stampa

Gavirate e E.Stein: una vera e propria palestra di vita

Scritto da Ale&Franz'91. Posted in Canottaggio

Gavirate 9 Ottobre 2015 – Riparte la collaborazione tra la Canottieri Gavirate e l'Istituto Statale E.Stein per il progetto riguardante il Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo.


A partire da ieri, giovedì 9 Ottobre con cadenza settimanale, i 60 studenti che frequentano il Liceo Scientifico Sportivo di Gavirate si alleneranno dalle 10.00 alle 14.00 presso la sede della Canottieri con il fine primario di scoprire la bellezza e le emozioni che offre il nostro sport.
Le classi interessate in questo progetto sono due, la prima e la seconda liceo.


Questo Liceo è volto all'approfondimento delle scienze motorie e sportive in un quadro culturale generale che prevede l'acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri delle scienze matematiche, fisiche e naturali, dell'economia e del diritto.


A questo scopo all'interno del piano formativo del secondo quadrimestre è stata inserita come materia di insegnamento la disciplina del canottaggio.


Come lo scorso anno, questo progetto prevede un programma formativo che sarà coordinato dal Prof. Maurizio Barranco dell'Istituto E.Stein e sarà gestito dal personale della Canottieri Gavirate, in particolare da due nostri allenatori: Matteo Baranzelli e Danilo Perilli.


Ad accogliere i ragazzi ieri era presente anche il presidente del club rossoblù Giancarlo Pomati, che oltre a dare il benvenuto agli studenti ha voluto sottolineare quanto la Canottieri Gavirate crede fermamente in questo progetto: "Quest'iniziativa è molto interessante e ci sta molto a cuore: infatti tramite il canottaggio diamo la possibilità ai ragazzi di crescere in un ambiente sano, a contatto con la natura, sviluppando lo spirito di aggregazione ed un senso di responsabilità volto al rispetto delle regole e dell'avversario."


E' proprio vero: alla Canottieri Gavirate il canottaggio è per tutti, nessuno escluso... ed è una vera e propria palestra di vita.

Alessandro Franzetti – Ufficio Stampa A.S.D. Canottieri Gavirate

Stampa

52, 3, 26... ED E' RECORD MONDIALE!

Scritto da Segreteria. Posted in Canottaggio

Gavirate, 13 Febbraio 2016 - 52, 3, 26 non è un terno da scommettere al gioco del lotto, ma sono i numeri che rappresentano il risultato della storica impresa che Matteo Perucchini, atleta renese tesserato Canottieri Gavirate, ha portato a termine lo scorso 10 Febbraio.

52 giorni, 3 ore e 26 minuti è infatti il tempo che Matteo ha impiegato per attraversare l'Oceano Atlantico su una barca a remi in solitaria partendo da La Gomera (Canarie) ed arrivando all'isola di Antigua nei Caraibi dopo aver remato per più di 5000 Km.
Matteo è stato il primo atleta italiano a prendere parte a questa competizione riservata a imbarcazioni a remi a 4 vogatori, ai doppi e singoli, che porta il nome di Talisker Whisky Atlantic Challenge, e si è classificato 13° assoluto tra tutti gli equipaggi iscritti e 1° assoluto nella categoria dei singoli stabilendo il nuovo record mondiale.

La sua imbarcazione pesava 850 Kg, era lunga poco più di 7 metri ed a bordo di questo "guscio" Matteo ha affrontato l'oceano confrontandosi ogni giorno con il mal di mare, la solitudine, la fatica, la mancanza di sonno e non ultimo con una tempesta che lo ha costretto a rimanere chiuso per tre giorni nell'angusta cabina in balia di onde altissime, sballottato a destra e a sinistra con il rischio di ferite e contusioni che avrebbero potuto compromettere l'impresa.

La partecipazione di Matteo alla Talisker Whisky Atlantic Challenge oltre all'aspetto sportivo ed avventuroso, aveva anche come scopo la raccolta di fondi a favore di due associazioni.
La prima, in Gran Bretagna, la "Cardiac Risk in the Young" che si occupa del problema dell'infarto nei giovani; la seconda, in Italia, "l'Associazione per la lotta al Neuroblastoma" nata all'interno del Gaslini di Genova e attiva nella lotta ai tumori cerebrali pediatrici.

Ora Matteo dopo essersi riposato qualche giorno ad Antigua, rientrerà in Inghilterra dove vive e lavora e speriamo di poterlo rivedere presto anche in Italia per farci raccontare dalla sua viva voce i dettagli della sua straordinaria impresa.
Per ora non possiamo far altro che complimentarci ancora con lui per le emozioni che ci ha regalato e per aver dimostrato che con la forza di volontà si possono raggiungere traguardi veramente impensabili!

Grazie Matteo da parte di tutto il club rossoblù!

 

A.S.D. Canottieri Gavirate

Stampa

ALLIEVI, CADETTI E MASTER A EUPILIO

Scritto da gavi. Posted in Canottaggio

Domenica 1 maggio la squadra giovanile e master della Canottieri Gavirate è scesa in acqua sul lago di Pusiano, dove si è svolta la seconda regata regionale del trofeo Paolo D'Aloja; evento, questo, organizzato dalla Canottieri Retica che, a causa delle condizioni incerte del lago di Verceia, ha trovato una struttura accogliente e adatta a una manifestazione del genere proprio ad Eupilio. Nonostante il meteo piuttosto incerto e anche un clima insolito per il primo giorno di maggio le gare si sono svolte come da programma, anche se nel pomeriggio si è deciso di accorciare la distanza di gara ai 500 per il troppo vento ai 1000 metri.
Sebbene gli atleti rossoblù iscritti coordinati da Matteo Baranzelli e Danilo Perilli non fossero particolarmente numerosi, si sono comunque distinti conquistando diverse medaglie nelle diverse categorie. Partendo dai "più piccoli" sono state tre le medaglie ottenute dalla categoria degli allievi B2 nella specialità del 7,20, rispettivamente da Vittoria Calabrese, che è arrivata al terzo posto alle spalle delle canottieri Retica e Corgeno, e da Marco Luraghi, che ha riconfermato l'oro conquistato a Monate, mentre nella finale successiva Niccolò De Amici si è piazzato al secondo posto, inserendosi tra la Bellagina e la Cernobbio.
Anche gli allievi C hanno ottenuto tre medaglie (una per ogni metallo) grazie al primo posto di Andrea Broggi nel 7,20 che ha tagliato il traguardo prima della Moltrasio e della Flora, mentre il compagno Nicolò Fietta si è piazzato al terzo posto in una delle altre finali della specialità. La medaglia d'argento, infine, è stata conquistata dal 2x di Nicolò Bizzozero e Gabriele Cataffo.
Risultati buoni anche per i cadetti, anche se è stato un peccato per il quarto posto del 4x femminile e maschile. Le medaglie sono arrivate dalle regate in 7,20, due rispettivamente per i ragazzi e le ragazze: gli argenti se li sono accaparrati Enea Tamborini (tra Monate e Varese) ed Erica Festa, che si è inserita tra la Moltrasio e la D'Annunzio. Andrea Sala e Matilde Barison hanno tagliato il traguardo entrambi in terza posizione.
Infine doppia medaglia d'argento per i master Lorenzo Mascetti e Giorgio Ongania in doppio e in quattro di coppia unendo le forze con Daniele Lama e Silvio Manzoni che nella regata precedente non sono riusciti a salire sul podio.

eupilo 2016 1x eneaeupilo 2016 1x cadettieupilio 2016 1x allievi ceupilo 2016 1x allievi c 2eupilo 2016 2x allievi ceupilo 2016 vittoriaeupilo 2016 4x mastereupilo 2016 luraghieupilo 2016 nico de amicieupilio 2016 matildeeupilio 2016 erica

Stampa

Canottieri in Festa

Scritto da A.S.D. Canottieri Gavirate. Posted in Canottaggio

Oggi giornata di grande festa alla Canottieri Gavirate che ha organizzato una gara di fondo di 6000 metri e nell'occasione ha festeggiato un compleanno speciale. Si tratta dei cinquant'anni di Giovanni Calabrese e meglio di così non poteva andare per gli ospiti, tutti amici che hanno caratterizzato la giornata con agonismo e affetto. I colori rosso e blu hanno riempito il campo di gara e tutti gli Amici di Varese, di Corgeno, della Lario e oltre confine di Lugano che hanno partecipato all'evento l'hanno reso la competizione ancora più entusiasmante. Livio La Padula e Andrea Micheletti hanno prima partecipato alla gara di fondo e poi hanno sfilato sull'otto con i ragazzi del Pararowing. Senza volerlo viene spontaneo ribadire che il Canottaggio è sport per tutti e che Gavirate mette a proprio agio qualsiasi atleta. I due Olimpionici di oggi si sono poi riuniti sul palco con Giovanni protagonista di ieri e possiamo garantire che la differenza è solo nel cronometro poiché prima di essere campioni si è sportivi "dentro". Nei prossimi giorni pubblicheremo foto e info che ci permetteranno di rivivere insieme una meravigliosa giornata  nella quale non di sono sprecati gli applausi a tutti gli atleti della Gavirate che durante il 2016 hanno conquistato titoli importati, fra cui Davide Magni e Federica Cesarini.